fbpx
Il Tempo

Il Tempo

Il tempo che ho vissuto è maggiore di quello che mi rimane, sia per durata, che per qualità. Ho passato i cinquanta, e mi capita di osservare gli anni trascorsi quasi appartenessero a qualcun altro. Mi chiedo come i giorni, i mesi e gli anni...

ELSA

ELSA

Elsa non era bella, e neppure intelligente. Era nata nel 1935 da una famiglia di contadini. Sua sorella morì investita da un’auto. Stava scappando dalla madre che la inseguiva con un bastone. Era corsa fuori casa cercando la salvezza, ma aveva...

IL MIO MAESTRO

IL MIO MAESTRO

Il mio maestro si chiamava Duilio Matteoni. Era stato deportato in un campo di concentramento durante la seconda guerra mondiale. Un giorno ci raccontò di come il caso gli salvò la vita. I tedeschi avevano fatto incolonnare i prigionieri in due...

I SUPEREROI ESISTONO

I SUPEREROI ESISTONO

Mio zio si chiamava Carlo, ma per tutti era Carluccio. Zio Carluccio ha sempre avuto un posto speciale nel mio cuore. Non era il tipo che ti butta le braccia al collo e ti ninna sulle gambe, ma c’era fra noi una similitudine di carattere. Fu...

Denti a topo

Denti a topo

Il gioco, al tempo della mia infanzia, era fuori casa. C’erano le scorribande in bicicletta, le partite a pallone e i salti sui blocchi nella vicina segheria. C’erano le ginocchia sbucciate e il pianto nascosto dalla gonnella di mamma. C’era il...

È solo una scatola di cartone

È solo una scatola di cartone

Voglio raccontarvi una storia, una storia vera. Alcuni anni fa, credo fosse il 2007, un’agenzia immobiliare mi offrì un appartamento. Si trovava all’interno delle case popolari. Il prezzo era buono e sono andato a vederlo. Al tempo acquistavo e...

L’antidoto contro la noia.

L’antidoto contro la noia.

Purtroppo non ho un antidoto contro il Corona Virus, ma ne ho uno contro la noia. In questo periodo di riposo forzato La Bibbia di Kolbrin potrebbe aiutarti. Da venerdì 13 fino a martedì 17 marzo puoi scaricare la versione Kindle del mio romanzo...

La festa di Carnevale

La festa di Carnevale

Martedì ho accompagnato mio figlio all’asilo nido. Indossava fiero l’uniforme di pilota d’aereo.  Il cappello gli stava un po’ grande e ogni tanto scivolava sulle ventitré. La piccola cravatta con il nodo cucito virava a sinistra e lui...